top of page

Un team reggiano al Mongol Rally per aiutare l’onlus Curare

Un rally di circa 13mila chilometri per arrivare a Tbilisi in Georgia e raccogliere fondi a favore del Mire. Ci sarà anche l’equipaggio reggiano composto da Paolo Carpi ed Enrico Dessì tra i 107 che quest’anno parteciperanno al “Mongol Rally” la gara che dal 2004 ha lo scopo di raccogliere fondi a scopo benefico.

Parte dei fondi raccolti dal team reggiano saranno destinati alla Ong “Dec”(Disasters Emergency Committee) che riunisce i 15 enti di beneficenza più importanti in tempi di crisi all’estero e che opera a favore dei profughi ucraini e in parte all’onlus reggiana Curare.

Il team The Recyclers composto da Carpi e Dessì partirà questa mattina da Reggio alla volta di Praga, da dove prenderà il via la gara vera e propria. Il loro intento, viaggiando a bordo di una Fiat Panda di oltre 10 anni 4x4 donata da Iren, è quello di arrivare in Georgia entro il 6 agosto per fare poi ritorno a Reggio.

Nel corso del loro lungo viaggio attraverseranno Italia, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Turchia, Georgia, Armenia, Greciaper poi rientrare in Italia. Ogni team iscritto è chiamato a scegliere anche un ente benefico del proprio territorio a cui fare una donazione e nel caso del team reggiano il ricavato sarà devoluto all'associazione Curare per contribuire alla realizzazione del Mire. «Il Mongol Rally si è consolidato nel tempo come un evento solidale imperdibile per gli amanti dell’avventura – ha spiegato ieri in municipio Paolo Carpi – e siamo molto orgogliosi di poter partecipare a questo lungo viaggio». Che sarà raccontato attraverso i social e una piattaforma online dedicata che consentirà di rimanere aggiornati giorno per giorno sull’andamento della manifestazione, sentirsi partecipi di questa avventura e contribuire con una propria offerta alla realizzazione del Mire.





11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page